Tre giorni all'aria aperta al Glastonbury Festival

Glastonbury: che cos'è, dov'è, e come si pronuncia

Glastonbury

/'glast?nb(?)ri/

Pronti per il festival di Glastonbury? I festival musicali sono molto amati nel Regno Unito e ce ne sono tanti, ma Glastonbury è il più grande e il più prestigioso di tutti. Si svolge sempre a fine giugno, in una fattoria a qualche chilometro dalla città di Glastonbury, nel sud-ovest dell’Inghilterra, perché è proprio il proprietario di quella fattoria ad averlo ideato tanti anni fa. Aveva visto un altro festival in una cittadina vicina e gli era venuta l’idea di farne uno anche lui.

Dal 1971 (anno del primo festival) ad oggi, Glastonbury è cresciuto tantissimo. Oggi attrae ben 135 mila persone. Pensate che i biglietti per quest’anno sono stati messi in vendita ad ottobre dell’anno scorso, e nel giro di 1 ora e 40 minuti erano già tutti venduti!

Al concerto partecipano sempre grandi nomi della musica. È un privilegio essere invitati a suonare a Glastonbury. Nel corso degli anni ci sono passati tutti: da David Bowie a The Who, ai Coldplay, fino a Beyonce. Quest’anno per la prima volta ci saranno anche i Rolling Stones.

Vi piace l’idea? 3 giorni di festa, d’estate, tutti insieme ... Ok, prima di partire, però, c’è qualcosa che dovete sapere: il festival sarà pure prestigioso, ma non aspettatevi di alloggiare in un residence di lusso con tutti i comfort. Anzi, diciamolo chiaramente: comfort a Glastonbury non ce ne sono proprio! La maggior parte delle persone si porta la tenda da campeggio e alla fine ce ne sono così tante che il posto si trasforma in una piccola città. E fin qui potrebbe anche andar bene. Ora però immaginatevi cosa succede quando piove (cosa che succede spesso): l’intero posto si trasforma in una palude di fango! E se dovete andare al bagno? Beh, se siete dei veri fans, se la musica è la vostra passione, e se per voi non c’è niente di meglio di 3 giorni di festival all’aria aperta, allora saprete chiudere un occhio … o magari anche due.

La parola FESTIVAL la conoscete tutti perché si usa anche in italiano. Forse però non sapete che in inglese la a non si legge come in italiano. Alcuni non la pronunciano proprio e dicono /'festɪvl/. Altri, invece, dicono /'festɪvəl/ con quel suono indefinito appena accennato che sembra una vocale ma non si capisce quale. Lo stesso suono indefinito lo troviamo nella u di GLASTONBURY che si pronuncia /'glastənb(ə)rɪ/. L'accento cade sulla prima sillaba.

Hi, sono Gina!

Hi!

Vuoi imparare l’inglese? Ma, davvero?