Sollevare un'intera città? L'hanno fatto a Chicago

La storia del sistema fognario di Chicago
Foto di Dave Sizer

Chicago fu fondata nel 1833, e da allora crebbe molto in fretta, passando da una popolazione di 4 mila abitanti nel 1840, a più di 112 mila nel 1860.

Non avendo un sistema fognario, il rapido aumento della popolazione diventò presto sinonimo di malattie, e Chicago si trovò di fronte ad un difficile dilemma: come potevano costruire il sistema fognario sotto gli edifici già esistenti senza demolire l’intera città? Sollevando i palazzi uno ad uno? Proprio così! Per quanto l’idea vi possa sembrare folle o assurda, fu proprio questa la soluzione che fu adottata a Chicago a partire dal 1858, anno in cui il primo edificio di quattro piani fu sollevato ad un’altezza di 2 metri con l’aiuto di 250 jackscrew (viti di alzata).

Per tutto il decennio successivo, continuarono a sollevare palazzi, uno dopo l’altro, finché non crearono tutto lo spazio necessario per costruire il sistema fognario. L’operazione fu un successo, non solo perché fu possibile preservare tutti gli edifici esistenti, ma anche perché con lo stesso sistema fu possibile eliminare i vecchi edifici in legno (e non in mattoni) che alla gente non piacevano: gli edifici venivano sollevati, messi su delle ruote, e poi trasportati fuori dalla città! Oggi l’idea di un palazzo che "cammina" in mezzo al traffico può sembrare ridicola, ma per gli abitanti di Chicago del tempo era diventato così normale che non ci facevano più caso.

Chigago si pronuncia con il suono sc della parola “sciocco” (non con la c di "ciao"). Ecco la trascrizione completa: /∫ɪ'kɑ:gəʊ/.

Hi, sono Gina!

Hi!

Vuoi imparare l’inglese? Ma, davvero?