Perchè Times Square si chiama così?

La storia di Times Square a New York

Lo sapevate che Times Square, la piazza dove i newyorkesi celebrano il capodanno, un tempo si chiamava Longacre Square? Il nome della piazza fu cambiato nel 1903, quando gli uffici del New York Times (famoso quotidiano) furono trasferiti nella Times Tower (la torre del Times, quella che vedete al centro della foto). L'editore del giornale chiese al sindaco che la piazza fosse rinominata in loro onore e il sindaco accettò.

Dopo 10 anni la sede del giornale fu trasferita in un'altra parte della città, e gli uffici della Times Tower continuarono ad essere usati da altre compagnie. Non per molto, però, perché lentamente la facciata dell'edificio cominciò a diventare sempre di più un enorme cartellone pubblicitario e oggi l'edificio è completamente vuoto per scelta!

Con i 19 tabelloni pubblicitari permanenti il proprietario dell'edificio guadagna molto di più di quanto guadagnerebbe affittando gli uffici. Almeno due degli spazi pubblicitari, infatti, costano 3,5 milioni di dollari all'anno, e nel 2007 il guadagno dalla pubblicità dell'intero edificio è stato di 20 milioni di dollari. Probabilmente Times Square è l'unico posto al mondo dove la facciata di un edificio è più proficua degli spazi occupabili all'interno!

Curiosità di oggi: gli americani pronunciano New York /nu 'jɔ:rk/, (senza il suono /j/ nella parola new e con la r), gli inglesi invece lo pronunciano /nju: 'jɔ:k/ (con il suono /j/ nella parola new e senza r).

Hi, sono Gina!

Hi!

Vuoi imparare l’inglese? Ma, davvero?